Ue: Amendola, ‘cabina regia? io non ne faccio parte’

Roma, 4 dic. (Adnkronos) – “Io faccio un altro lavoro, non posso far parte della cabina di regia”. Così il ministro per gli Affari europei Vincenzo Amendola si smarca dall’ipotesi di un suo coinvolgimento diretto, con il premier Conte e ministri Gualtieri e Patuanelli, in una intervista a LaChirico.it.
“In Italia tutti si candidano a tutto ma io continuerò a tenere i rapporti con Bruxelles, non posso far parte di alcuna cabina di regia. L’attuazione del piano sarà affidata a un soggetto attuatore, a una struttura tecnica amministrativa, che dovrà rispettare i tempi, altrimenti perderemo le risorse. Il governo si gioca la sua credibilità”.
Quanto ai sei manager: “Non potranno essere scelti tra quelli già impegnati in ruoli importanti o addirittura in grandi aziende partecipate. I manager che guideranno le missioni saranno impegnati a tempo pieno, non si possono fare doppi lavori”.