Servizi: Violante, ‘piena titolarità pemier, autorità delegata non può essere di altro partito’

Roma, 28 dic (Adnkronos) – “Nel caso dei servizi di sicurezza, la richiesta di cessione della responsabilità del presidente del Consiglio a un esponente della maggioranza non tiene conto né della peculiarità dei Servizi, né della legge che li regola”. Lo spiega Luciano Violante in un intervento su ‘Repubblica’.
Al presidente del Consiglio “spettano tutte le funzioni di direzione: scelta della linea politica, nomina e revoca dei massimi dirigenti, determinazione delle risorse finanziarie annue. Il presidente può delegare solo le funzioni che non gli sono attribuite in via esclusiva a un ministro senza portafoglio o a un sottosegretario, che prende il nome di Autorità delegata”, spiega l’ex presidente della Camera.
“Il presidente, se nomina un’Autorità delegata, mantiene quindi la piena titolarità delle politiche della sicurezza che esercita in parte direttamente, per le materie non delegabili, in parte tramite un braccio destro. Non può trattarsi di appartenente ad una diversa forza politica, perché questa personalità evidentemente risponderebbe, oltre che al presidente, anche al proprio partito: una doppia dipendenza che farebbe sorgere perplessità nella comunità internazionale”, sottolinea tra l’altro Violante.