Scrittori: è morto Walter Hooper, segretario e biografo di C.S. Lewis

Londra, 9 dic. – (Adnkronos) – Il saggista statunitense Walter McGehee Hooper, segretario, biografo ed erede letterario dello scrittore inglese Clive Staples Lewis (1898-1963), autore famoso per “Le Cronache di Narnia”, è morto all’età di 89 anni per le complicazioni da Covid. L’annuncio della scomparsa, avvenuta lunedì 7 dicembre, è stato dato dall’edizione online di “Christianity Today”. Era nato a Reidsville, nella Carolina del Nord, il 27 marzo 1931, e dal 1963 viveva in Inghilterra, ad Oxord.
Ammiratore dell’opera letteraria di C.S. Lewis, Hooper arrivò per un viaggio di studio in Inghilterra e ben presto divenne amico intimo dello scrittore. Assunto come segretario dall’autore di “Le lettere di Berlicche”, con lui visse insieme gli ultimi periodi della sua vita, quando Lewis, ormai malato, aveva bisogno di cure e sostegno morale. Dopo la morte di Lewis, Hooper ha dedicato tutto se stesso alla memoria ed agli scritti di Lewis. Curatore del patrimonio letterario di Lewis, Hooper ha pubblicato dal 1964 tutte le antologie e gli scritti postumi, portando a termine anche il carteggio completo. Ha curato oltre 30 edizioni dei libri di Lewis e ha scritto tre biografie.
Hooper divenne in seguito prete anglicano e assistente cappellano ad Oxford. Si è poi convertito alla fede cattolica nel 1988. Tra i suoi libri in italiano “Il professor C.S. Lewis va in Paradiso. I racconti del suo segretario Walter Hooper”, pubblicato da Sef – Società Editrice Fiorentina nel 2013 a cura di Alessia Zanotti.