Golf, Justin Thomas e il padre Mike vincono il PNC Championship: la scena però è tutta di Charlie Woods

Il PNC Championship lo hanno vinto Justin Thomas e il padre Mike, ma la scena se l'è presa Charlie Woods, il figlio undicenne di Tiger

Con una spettacolare rimonta finale Justin Thomas, numero tre mondiale, e il padre e suo allenatore Mike, hanno vinto con 119 (62 57, -25) colpi, grazie a un 57 (-15) frutto di quindici birdie, il PNC Championship, gara a coppie su 36 buche a cui hanno partecipato 20 campioni, vincitori di major o di tornei importanti, in squadra con un parente.

Charlie Woods sorprende

Mike Ehrmann/Getty Images

Sul percorso del Ritz-Carlton Golf Club (par 72), a Orlando in Florida, è stato però Charlie Woods, figlio undicenne di Tiger con cui ha giocato in coppia, il vero protagonista del torneo. Ha impressionato per la sua sicurezza e padronanza del gioco, per i colpi e per lo stesso stile. eleganza e postura di Tiger, oltre all’esultanza indubbiamente simile. L’eagle che ha segnato nel primo giro, dopo uno spettacolare secondo colpo con palla quasi in bandiera e putt, ha fatto il giro del mondo sui social, e i media si sono lasciati andare in grandi elogi con “talento” e “predestinato” le parole più ricorrenti. Alla fine il duo ha ottenuto la settima piazza con 124 (62 62, -20), ma il risultato ha poca importanza tanta è stata la risonanza mediatica.

La classifica finale

Mike Ehrmann/Getty Images

I due Thomas hanno superato di un colpo Vijay Singh e il figlio Qass (120, -24), mentre hanno concluso in terza posizione con 121 (-23) Mark O’Meara e il figlio Shaun e Lee Trevino, ben 81 anni, e il figlio Daniel. Solo al 12° posto Bernhard Langer (127, -17), lo scorso anno vincitore con il figlio Jason e che ha provato a difendere il titolo giocando con la figlia Jackie.