Formula 1, Red Bull on fire nelle FP3 di Abu Dhabi: la Mercedes si nasconde e la Ferrari arranca

Red Bull on fire ad Abu Dhabi, Verstappen e Albon comandano una classifica alquanto anomale: le Mercedes si nascondono e le Ferrari faticano

Max Verstappen fa la voce grossa nelle FP3 del GP di Abu Dhabi, il pilota olandese fa segnare il miglior tempo in 1:36.251, precedendo di mezzo secondo il compagno di squadra Alexander Albon.

Verstappen
Mark Thompson/Getty Images

Una sessione anomala quella conclusasi questa mattina sul circuito di Yas Marina, con le due Mercedes che si nascondono e le Ferrari che confermano le croniche difficoltà di questo 2020. Verstappen dunque ne approfitta e si issa in testa alla classifica, davanti al compagno Albon e alle due Renault di Ricciardo e Ocon. Lewis Hamilton chiude sesto dietro a Norris, pagando quasi otto decimi dall’olandese della Red Bull, un distacco tutt’altro che veritiero. Stroll e Sainz si accodano al campione del mondo, mentre Bottas e Perez completano la top ten.

LEGGI ANCHE: F1, Ecclestone shock: “il problema della Ferrari sono gli italiani

Ferrari in difficoltà

Leclerc
Bryn Lennon/Getty Images

Mattinata alquanto complicata per la Ferrari, che non riesce a entrare nei migliori dieci al termine delle FP3 del GP di Abu Dhabi. Charles Leclerc non va oltre la dodicesima posizione, pagando esattamente un secondo di distacco a Max Verstappen. Va peggio invece a Sebastian Vettel, che si piazza in quattordicesima piazza con un secondo e mezzo di gap dal leader della classifica. Se la Mercedes si è nascosta, difficile pensare la stessa cosa per la Ferrari, che non vede l’ora di archiviare questo pessimo 2020 per concentrarsi sull’anno nuovo.