Regeni: Sassoli, ‘Ue crei monitoraggio su vittime violenza, Zaki figlio nostro’

Milano, 13 dic. (Adnkronos) – “Il governo può metterci quel di più di politica, di relazioni diplomatiche, internazionali, di pressioni, ma mi pare che in questo momento sia soprattutto il fatto che l’autorità giudiziaria italiana abbia imboccato una strada per dirci la verità e questo è molto importante. Sarebbe altrettanto importante che ad esempio a livello europeo, oltre al monitoraggio diplomatico, ci fosse anche un monitoraggio alla ricerca della verità sui casi di cittadini europei che hanno subito violenze come Giulio Regeni”. Lo afferma David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, nel suo intervento a ‘Mezz’ora in più’. Sassoli ricorda che “stiamo seguendo anche il caso di (Patrick, ndr) Zaki, lo consideriamo un po’ figlio nostro anche se non è cittadino europeo”.