Recovery: Guerra (Leu), ‘più risorse a sanità e infrastrutture sociali’

Roma, 28 dic. (Adnkronos) – ‘Più risorse alla salute e tre assi strategici: politiche e infrastrutture sociali, ambiente e Mezzogiorno. Sono questi i punti principali delle proposte di LeU per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”. Lo scrive in un post su Facebook Maria Cecilia Guerra, sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze.
‘I 9 miliardi di fondi aggiuntivi destinati alla Salute nella bozza del Recovey Plan sono insufficienti per politiche che devono avere una prospettiva di lungo periodo in cui serviranno, in primo luogo, maggiori investimenti per la medicina territoriale e servizi di integrazione socio-sanitaria ‘ sottolinea Guerra – Vale anche per le infrastrutture sociali, fondamentali per l’obiettivo dell’uguaglianza di genere: asili nido e servizi per la prima infanzia, per anziani non autosufficienti e persone con gravi disabilità devono avere un ruolo centrale, per ridurre le disuguaglianze drammaticamente accresciute dalla pandemia, creare più posti di lavoro nel settore della cura dove la presenza femminile è maggiore e alleggerire il peso della cura che grava ancora troppo sulle donne”.
‘Sull’ambiente: più determinazione verso politiche sostenibili, con una scelta netta per fonti energetiche alternative e una transizione energetica dell’edilizia residenziale pubblica”, aggiunge l’esponente di LeU, secondo la quale ‘l’infrastrutturazione del mezzogiorno deve essere una missione strategica”. ‘è fondamentale che le macro-azioni siano accompagnate da un’analisi di impatto ambientale, economico su Pil e occupazione, e sulla digitalizzazione, ma anche di impatto di genere. Si tratterebbe di una innovazione particolarmente rilevante e urgente, data l’arretratezza culturale, economica e sociale del nostro paese su questo tema”, conclude Guerra.