Rai: Ranucci a sorpresa in Vigilanza, scontro con FdI su Meloni e Marsilio (2)

(Adnkronos) – Da un lato Daniela Santanché e Federico Mollicone, che hanno ribadito l’esistenza di un “metodo Report” che si base sulla “manipolazione” e sul “giornalismo a tesi”, dall’altro Ranucci che ha difeso l’operato del suo programma sottolineando che “Report è una trasmissione altamente garantista” e che “nel fare giornalismo d’inchiesta s’incorre naturalmente in reazioni”. “Io – ha detto il conduttore di Report – posso impegnarmi a vincerle le cause, non a impedire che le facciano”.
In riferimento alla polemica riguardante l’inchiesta di ‘Report’ su Fratelli d’Italia contenente un’intervista a Giorgia Meloni, Ranucci ha dato la sua versione sostenendo che il video dell’intervista alla leader FdI fosse stato modificato alla fonte da Fratelli d’Italia, in quanto quello originale postato da Giorgia Meloni durava cinque minuti mentre quello andato in onda dura tre minuti.
Dura la replica di Fratelli d’Italia, che ha negato con decisione che l’intervista sia stata tagliata, e di essere in possesso di un audio della stessa intervista che dimostra che ‘il gap’ è di appena tre secondi, e ciò prova che non ci sia stato alcun taglio alla fonte. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in collegamento telefonico tramite Daniela Santanché ha fatto sapere di essere disponibile a presentarsi in trasmissione per esaminare la vicenda.
Infine, Ranucci ha parlato del “capitolo delle querele temerarie: forse la politica potrebbe approvare una legge che giace da anni in Parlamento su questo e che aiuterebbe non tanto i giornalisti Rai ma quei colleghi che fanno giornalismo d’inchiesta in giornali minori” e invece “ogni tanto leggo la minaccia di togliere la tutela legale a Report”.