Rai: Capitanio (Lega), ‘Rai3 garantisca pluralismo, no a purghe staliniane’

Roma, 10 dic. (Adnkronos) – “Garantire pluralismo e diritto di replica, evitare purghe staliniane nei confronti di conduttori e ospiti indesiderati, valorizzare l’immenso patrimonio delle testate giornalistiche regionali. Sono queste alcune delle richieste della Lega al direttore di Rai3, Franco Di Mare. In un confronto duro, ma corretto, abbiamo stigmatizzato alcune sbandate di onnipotenza da parte di alcune trasmissioni di inchiesta, che hanno il dovere morale di attenersi alla deontologia professionale, senza stravolgere o colorare la realtà e senza l’ossessione del nemico da combattere”. Così Massimiliano Capitanio, deputato Lega e segretario della Vigilanza Rai.
“Sul caso Corona – prosegue – era doverosa una presa di posizione editoriale, ma i provvedimenti contro l’ospite e il mancato dialogo con la conduttrice rischiano di essere un unicum pericoloso, al limite delle purghe staliniane. Infine abbiamo sottolineato l’importante lavoro della Tgr, che con gli ascolti saliti di oltre il 3% rispetto al 2019 e le edizioni sottotitolate per i non udenti rappresentano un traino e un esempio per la Rete e per tutta l’azienda”.