Quirinale: Salvini, ‘Elezioni capo Stato? Senza Lega e centrodestra non si va da nessuna parte’

Catania, 12 dic. (Adnkronos) – “Non fatemi fare preventivi su quello che accadrà nel febbraio 2022, io posso solo augurarmi da italiano e da leader dell’opposizione, e per questo lavorerò, che non si trascini un governo fermo e litigioso in un parlamento fermo e litigioso fino al febbraio 2022 per condizionare le elezioni del Presidente della Repubblica”. Lo ha detto Matteo Salvini in conferenza stampa a Catania rispondendo a una domanda sul Quirinale. “Io poi ho alcune idee in testa- dice- è chiaro che il prossimo presidente della Repubblica, nuovo o vecchio che sia, dovrà essere il Presidente di tutti. Quindi mi spiace che qualcuno in casa del Pd o in casa di Renzi parli del Quirinale come casa sua e affare di partito, ma febbraio 2022 è troppo lontano”. E alla domanda a cosa si riferisce quando parla di “alcune idee” ha spiegato: “Non ve lo dico e sicuramente la nomina del prossimo presidente avrà nel centrodestra e nella Lega un contributo fondamentale senza il quale non si va da nessuna parte”. E conclude: “A fine luglio inizia il semestre bianco, conto che da qui a luglio la situazione sanitaria sia più tranquilla e controllata di oggi e quindi mai dire mai… Non sto lavorando per dare spallate a nessuno ma per costruire e lo abbiamo dimostrato nelle ultime settimane”.