PSG-Basaksehir, silurati gli arbitri romeni dopo gli insulti razzisti: la nuova designazione dell’Uefa

PSG-Basaksehir riprenderà questa sera con nuovi arbitri, lo ha deciso la Uefa che ha designato l'olandese Makkelie per completare la sfida del Parco dei Principi

PSG-Basaksehir riprenderà questa sera alle ore 18:55 dal minuto in cui è stata interrotta ieri, a causa dell’insulto razzista rivolto dal quarto uomo Sebastian Colţescu nei confronti di Pierre Webo, assistente tecnico dell’allenatore dei turchi. La sfida del Parco dei Principi verrà completata dunque quest’oggi ma con una grossa novità, ovvero cambieranno completamente gli arbitri e non verrà sostituito solo il quarto uomo. Una scelta presa dalla Uefa per evitare altre tensioni in campo, permettendo così il normale svolgimento dell’incontro.

PSG-Basaksehir, i nuovi arbitri

Danny Makkelie
Stu Forster/Getty Images

La Uefa ha ufficializzato i nuovi arbitri di PSG-Basaksehir, a dirigere l’incontro ci sarà l’olandese Danny Makkelie, tra i migliori direttori di gara élite a disposizione della Federazione, come dimostra l’arbitraggio nella scorsa finale di Europa League. I suoi assistenti saranno il connazionale Diks e il polacco Boniek, mentre il quarto uomo sarà il polacco Frankowski. Una scelta mista dettata dal fatto che gli ufficiali polacchi si trovano già in Francia, essendo stati designati per il match giocato ieri tra Rennes e Siviglia.

Il retroscena sul tentato suicidio

Sebastian Colţescu, prima del pasticcio combinato nella serata di ieri, era finito sotto i riflettori ben 12 anni fa, quando un altro episodio molto più grave lo aveva visto protagonista. L’arbitro romeno infatti aveva tentato il suicidio provando a gettarsi nel vuoto, a causa di numerosi errori commessi durante il match tra Gaz Metan Mediaş e FC Braşov, terminato 0-0 con due rigori non assegnati e due giocatori degli ospiti espulsi. Sospeso per la sua cattiva prestazione, Colţescu era caduto in grave depressione e aveva deciso di farla finita, fortunatamente ravvedendosi in tempo.