Formula 1, Mekies e l’assenza di Binotto ad Abu Dhabi: “non è collegata alle dimissioni di Camilleri”

Laurent Mekis, direttore sportivo della Ferrari, ha sottolineato come l'assenza di Binotto ad Abu Dhabi non sia legata alle dimissioni di Camilleri

Ha fatto molto rumore la notizia delle dimissioni di Louis Camilleri, che a sorpresa ha deciso di lasciare il ruolo di amministratore delegato della Ferrari per motivi personali.

Camilleri
Rudy Carezzevoli/Getty Images

Uno shock non solo per i tifosi, ma anche per i membri della scuderia di Maranello, che non si aspettavano assolutamente questa presa di posizione dell’ormai ex AD. Sulla questione si è soffermato Laurent Mekies oggi ad Abu Dhabi, il direttore sportivo della Ferrari ha ammesso di essere rimasto sorpreso dalla notizia, di cui nessuno ne era a conoscenza: “la notizia delle dimissioni di Camilleri è stata una totale sorpresa e l’abbiamo appresa come tutti ieri sera”.

Nessun legame con Binotto

Mark Thompson/Getty Images

Immediatamente dopo la notizia delle dimissioni di Louis Camilleri, in molti l’hanno collegata al malore di Mattia Binotto, tornato in Italia dopo il GP di Sakhir. Mekies, che sostituisce il team principal della Ferrari ad Abu Dhabi, ha smentito a Sky Sport queste indiscrezioni: “si è sentito poco bene dopo il Gran Premio di Sakhir, niente a che fare con il Coronavirus, i dottori gli hanno consigliato di tornare a casa per curarsi meglio. Il fatto che Mattia non sia qui a Yas Marina non c’entra niente. Sta bene, non è grave, ha solo bisogno di curarsi ma niente è collegato a quanto successo questa notte con Camilleri”.