Obiettivo olimpico, Magnini nuota verso la leggenda: “voglio provare a fare il ‘nonnetto’ di Tokyo”

Filippo Magnini ha sottolineato di voler coronare il sogno di qualificarsi alle Olimpiadi di Tokyo 2021, diventando il 'nonnetto' dei Giochi

Filippo Magnini si è messo in testa di partecipare alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2021, un obiettivo importante e complicato, ma che l’ex capitano della Nazionale di nuoto ha intenzione di raggiungere. La lunga inattività dovuta al ritiro non aiuta, ma ‘Re Magno‘ ha già dato i primi segnali di ripresa, che certificano un lento ma continuo miglioramento verso il limite richiesto per la qualificazione alle Olimpiadi.

Sulle orme di Ibrahimovic

Ibrahimovic
Francesco Pecoraro/Getty Images

All’età di 39 anni, Filippo Magnini ha ancora voglia di stupire, sottolineandolo ai microfoni del ‘Giorno’, in una lunga intervista in cui ha ammesso di voler seguire le orme di Ibrahimovic: “nessun confronto con Ibra, il paragone è stato fatto scherzando, anche perché lui non ha mai smesso, nel Milan Zlatan sta facendo cose straordinarie, è da ammirare per quel che fa, con il cuore e con la tecnica. Io per ora sono tornato solo a nuotare, nel nuoto è il cronometro che sancisce il trascorrere degli anni, io non sono un ragazzino e due o tre decimi in più ti fanno perdere tante posizioni. Però ho tante motivazioni, gli stimoli e gli obiettivi non mancano“.

Il nonnetto di Tokyo 2021

Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Magnini infine ha sottolineato di voler coronare questo sogno olimpico, diventando il ‘nonnetto’ di Tokyo: “spero anche io di qualificarmi per le Olimpiadi, ho il tempo per farlo. Sia chiaro, la mia sfida non è un’ossessione ma è gioia nell’affrontare questo percorso, dove ho la fortuna di non essere solo. Voglio provare a fare il ‘nonnetto’ di Tokyo. Sarebbe pazzesco, un grande onore. Non voglio volare troppo con la fantasia ma che gioia immaginare di poter gareggiare alle Olimpiadi sapendo che in tribuna c’è la tua famiglia a tifare. Dopotutto a 39 anni sognare si può“.