Formula 1, la pazza idea di Leclerc per il GP di Abu Dhabi: “fare un’impresa in gara? Perché no”

Charles Leclerc ha parlato dopo le Qualifiche del GP di Abu Dhabi, ammettendo di credere all'impresa anche se sarà oggettivamente difficile

Nono posto conquistato al termine delle Qualifiche del GP di Abu Dhabi, che si trasforma in dodicesimo a causa della penalità ricevuta per l’incidente con Sergio Perez dopo il via della gara di Sakhir. Charles Leclerc è leggermente soddisfatto del risultato ottenuto in pista, ma fino ad un certo punto perché in Q3 qualcosa in più si poteva fare. Le gomme non hanno funzionato come avrebbero dovuto, soprattutto quelle soft, obbligando il monegasco della Ferrari a inseguire.

LEGGI ANCHE: F1, Vettel: “il GP di Abu Dhabi sarà doloroso”

Le parole di Leclerc

Leclerc
Mark Thompson/Getty Images

Quanto successo nel Q3 resta inspiegabile per Leclerc, come ammesso ai microfoni di Sky Sport al termine delle Qualifiche di Abu Dhabi: “onestamente è strano, non ho una spiegazione. Vorrei riguardare i dati, ci trovavamo meglio in Q1. In Q2 siamo andati meglio con le medie ma ce lo aspettavamo, ciò che mi ha spiazzato è essere stato in Q3 più lento rispetto alla Q1. Facevo fatica dal secondo settore in poi con le gomme posteriori, dobbiamo riguardare per capire cosa non sia andato per il verso giusto. Adesso non penso a quello che è successo, penso a fare la miglior gara possibile. Non siamo nella migliore posizione, darò tutto e spero di finire al meglio la stagione. Spero di avere una buona macchina, chiudendo quest’anno al meglio. Fare un’impresa sarà difficile, ma io ci credo.