Paradosso Leclerc, la Ferrari si rompe ma lui spiazza tutti: “è andata meglio di quanto mi aspettassi”

Charles Leclerc ha analizzato in maniera particolare la prima giornata di libere a Sakhir, professando ottimismo nonostante la rottura delle FP2

Decimo tempo nelle FP1, rottura nelle FP2 e ultima posizione: non proprio una giornata da ricordare per Charles Leclerc a Sakhir.

Leclerc
Pool/Getty Images

Il monegasco però non si è abbattuto dai risultati negativi di oggi, professando al contrario grande ottimismo in vista delle qualifiche: oggi è andata meglio di quanto mi aspettassi, tutto è filato liscio fino al cedimento che si è verificato sulla mia macchina, che purtroppo è capitato proprio all’inizio della seconda sessione di libere. Speriamo in una giornata migliore domani. La pista in questa configurazione mi è piaciuta, con così poche curve mi ha riportato in qualche modo ai tempi del karting. Credo che la gara potrebbe essere divertente. Con questi lunghi rettilinei chiunque insegua può ritrovarsi nettamente avvantaggiato“.

Le preoccupazioni di Leclerc

Leclerc
Mark Thompson/Getty Images

Il pilota monegasco poi ha fatto chiarezza su quali sono le preoccupazioni che lo assillano in vista delle qualifiche, che non saranno per niente semplici: “trovare spazio per fare un giro pulito è la cosa che più mi preoccupa, specialmente nel Q1 e nel Q2 rischia di esserci un bel po’ di confusione. All’inizio delle PL2 la macchina mi dava le giuste sensazioni e quindi spero che il nostro punto di partenza in vista di domani sia buono, anche se poi questo feeling va confermato in pista con il cronometro”.