Milan, la pensione di Ibrahimovic è lontanissima: “spero di giocare con il nipote di Paolo Maldini”

Zlatan Ibrahimovic ha parlato del proprio futuro, sottolineando di voler giocare ancora a lungo, magari arrivando a dividere lo spogliatoio con il nipote di Maldini

Zlatan Ibrahimovic non ha nessuna intenzione di fermarsi, l’attaccante svedese si sente ancora al massimo della forma e per questo motivo non pensa minimamente alla pensione.

Ibrahimovic
Julian Finney/Getty Images

Il ritiro è ancora lontano per il totem di Malmoe, capace all’età di 39 anni di trascinare il Milan in testa alla classifica di Serie A, un risultato pazzesco così come i dieci gol già realizzati in campionato. Il suo obiettivo è chiaro, andare avanti finché il fisico regge: “andrò avanti fino al momento in cui non potrò più fare ciò che sto facendo adesso. Io devo soltanto mantenermi in forma fisicamente, il resto viene da sé le parole di Ibrahimovic alla BBC. “Come squadra siamo in un momento di forma incredibile, stiamo facendo benissimo, ma ancora non abbiamo vinto niente e dobbiamo ricordarcelo“.

Leggi anche: Milan, le condizioni di Ibrahimovic in vista del Parma

“Spero di giocare col nipote di Maldini”

Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Ibrahimovic poi ha parlato della sua carriera e di cosa lo tiene ancora oggi ad alti livelli: “amo la pressione perché non voglio essere qua per ciò che ho fatto in passato, sono qua per ciò che faccio nel presente e questa è la pressione che metto su me stesso. Devo dimostrare ogni giorno chi sono, ecco perché tiro fuori il meglio di me ogni giorno, continuerò a farlo finché non sarò più in grado di fare certe cose. Sono onesto, non corro più quanto correvo prima, ora corro in modo più intelligente”. Sul futuro infine, Ibra ha ammesso di voler giocare ancora tanto: “mi sento come se avessi vissuto diverse generazioni. Ho giocato contro Paolo Maldini e ora gioco con suo figlio, Daniel. Spero di poter giocare anche col figlio di Daniel, sarebbe un miracolo“.