Morte Maradona, le pesantissime accuse di un giornalista: “Diego era un ladro, drogato e ciccione”

Nel corso del programma 'Tiki Taka' si è parlato della morte di Maradona, un argomento che ha infuocato il giornalista Facci e che lo ha spinto a insultare il Pibe

La morte di Maradona è stata argomento di discussione nel corso del programma ‘Tiki Taka‘, condotto da Piero Chiambretti su Italia Uno. Un argomento che ha immediatamente acceso gli ospiti, in particolare il giornalista Filippo Facci che ha insultato pesantemente il Pibe e la sua memoria. Parole davvero durissime, che hanno infuocato lo studio e i tifosi sui social, scagliatisi contro il giornalista per le due dichiarazioni piuttosto borderline.

LEGGI ANCHE: Morte Maradona, il fratello Hugo replica a Facci: “vengo a prenderti a casa”

Le accuse di Facci

Ricardo Ceppi/Getty Images

Interrogato sulla morte di Maradona, il giornalista Facci ha espresso il proprio pensiero: “che si offendono i napoletani, io me ne frego, io sono libero di dire che Diego Armando Maradona extra calcio può essere piaciuto a tanti napoletani che l’hanno deificato, non solo per dei pregi ma anche dei difetti. Nella vita era un mediocre, un drogato, ciccione, ladro come quando segnò contro l’Inghilterra! Siete dei complessati! Maradona era diventato un cattivo esempio, un drogato, ciccione, un morto prima del tempo e voi vi offendete perché per voi non era solo un grande giocatore ma era Dio”.

La replica di Auriemma

Rocio Oliva
Marcelo Endelli/Getty Images

Le accuse di Facci non sono affatto piaciute a Raffaele Auriemma, famoso tifoso del Napoli, che in collegamento telefonico ha replicato in maniera piccata al giornalista: “non guardare ai difetti di Maradona, guardati allo specchio. Necessiti urgentemente un Tso dopo quello che ho sentito. Tu hai un problema con Napoli e i napoletani”. Parole seguite poi dall’intervento di Gennaro Montuori“Maradona ha fatto solo del bene, si deve solo vergognare, ma chi si crede di essere? Impari l’educazione. Maradona veniva a mangiare a casa sua? Io ho fatto striscioni d’amore in tutta Italia, lei è razzista!”.