Moda: Gmi acquisisce calzaturificio Broma

Milano, 23 dic. (Adnkronos) – Gmi, Gruppo Manifatture Italiane, polo italiano nella produzione di sneaker e scarpe formali di lusso, controllato da Consilium Sgr, ha acquisito Broma. La società, con sede in provincia di Firenze, è specializzata nella produzione di scarpe formali da uomo e sneaker per le principali griffe internazionali del lusso. L’azienda conta più 50 dipendenti in Italia e 100 nel proprio tomaificio tunisino, e ha chiuso il 2019 con un fatturato di 24 milioni di euro, registrando negli ultimi tre anni un tasso di crescita annuo medio del 20%. Con la sua strategia aggregativa Gmi conta oltre 20mila metri quadrati produttivi e circa 1.200 dipendenti tra Toscana, Albania e Tunisia, avvicinandosi ulteriormente alla produzione obiettivo di un milione di paia l’anno, con un fatturato complessivo che supera i 100 milioni di euro.
Alberto Zunino, amministratore delegato di Gmi, ha spiegato che “l’acquisizione di Broma, in un contesto come quello che stiamo vivendo, oltre a costituire un ulteriore passo fondamentale per il rafforzamento del posizionamento del Gruppo nel mercato di riferimento è un segnale importante della forza del progetto che stiamo portando avanti. Saremo in grado di servire sempre meglio i nostri clienti, permettendo loro di interagire con un fornitore globale, con un’artigianalità senza pari e con un’esperienza ineguagliabile su una gamma sempre più ampia di prodotti”.
‘Siamo molto soddisfatti dell’acquisizione finalizzata oggi -ha detto Stefano Iamoni, founding partner di Consilium Sgr- un’operazione che rappresenta perfettamente la strategia buy&build di Consilium e che va nella direzione di creare un gruppo leader nella manifattura di calzature alta qualità Made in Italy, un ‘campione’ nel settore che mette insieme eccellenze italiane uniche per prodotti e servizi di altissima qualità”.