Milano: a Cormano chiedono il pizzo per mesi a un commerciante, 3 arresti

Milano, 10 dic. (Adnkronos) – Tre uomini vicini alla Ndrangheta sono stati arrestati ieri dai carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) su richiesta della Procura di Milano ‘ Direzione Distrettuale Antimafia. I tre, pregiudicati, sono accusati di estorsione, tentata estorsione e rapina, reati aggravati dal metodo mafioso: la vittima è il gestore di un’attività commerciale del comune di Cormano, che ha subito le loro minacce tra maggio e settembre.
I carabinieri di Cormano hanno fatto partire l’attività di indagine, poi condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sesto, che ha consentito, di fatto, di appurare la condotta estorsiva di matrice ‘ndranghetista, con raccolta del pizzo. La vittima era arrivata a dare agli strozzini 3.500 euro in contanti, oltre a monili in oro, che venivano consegnati, direttamente, all’interno della sua attività, a fronte di una ben più consistente richiesta, quantificabile in 25mila euro.
I tre destinatari dell’ordinanza, tutti residenti tra Milano e Rho, sono in carcere a Opera. “Il costante controllo del territorio ed il contatto stretto con la cittadinanza, nonché l’immediato avvio dell’iter investigativo, ha permesso di intercettare, verificare e bloccare l’azione estorsiva di soggetti riconducibili al clan Flachi”, spiega una nota.