Mes: Gelmini, ‘Conte non ci ha convinto, no a risoluzione maggioranza’

Roma, 9 dic. (Adnkronos) – “La sua relazione risente del clima che si respira all’interno della maggioranza, delle debolezze e delle divisioni. Non ci ha convinto e non avrà il voto di Fi. Lo affermo con profondo rammarico perché il nostro presidente Silvio Berlusconi ci ha insegnato che in un grande Paese, sui grandi temi di politica estera, anche chi siede ai banchi dell’opposizione ha il dovere di avere un approccio unitario e di provare a condividere le scelte che incidono sul futuro del Paese”. Lo ha detto in Aula alla Camera la capogruppo di Fi, Mariastella Gelmini, annunciando il voto contrario sulla risoluzione di maggioranza alle comunicazioni del presidente del Consiglio, sul Consiglio Ue.
“Noi vogliamo aiutare l’Italia – ha aggiunto Gelmini – non un governo di cui non condividiamo le idee e il metodo. La ratifica della riforma del Mes non corrisponde totalmente agli interessi nazionali e non rafforza la costruzione europea. Non si capisce perché alcuni Paesi abbiano il diritto di veto e altri no, non si capisce perché di questo strumento non si debba rendere adeguatamente conto al Parlamento europeo e perché la commissione Ue abbia poteri così limitati”.
‘Il Parlamento non è protagonista nelle scelte relative al Recovery Fund, l’impressione è che il governo non abbia una visione di Paese. Errori sul Rf non ce li possiamo permettere”, al pari delle linee del piano sul Next Generation Italia, che ci appaiano “come un insieme di buone intenzioni, di concessioni al politicamente corretto, di progetti confusi affidati ad organismi pletorici. Non è così che si costruisce un progetto credibile, non è così che ci faremo rispettare in Europa. Il governo non sembra in grado di cogliere il momento e l’opportunità”, ha concluso Gelmini.