**Mediterraneo: Pompeo replica a Lavrov, ‘Russia minaccia stabilità regione’**

Washington, 15 dic. (Adnkronos) – “Lavrov sostiene che gli Usa ‘facciano giochetti’ nel Mediterraneo ma in realtà gli Stati Uniti lavorano produttivamente con i partner regionali e sostengono i processi politici delle Nazioni Unite in Libia”. Lo ha dichiarato su Twitter il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, replicando alle accuse del capo della diplomazia russa lanciate al recente Med Dialogues. Secondo Lavrov, gli Usa avrebbero bloccato la nomina di un nuovo rappresentante speciale delle Nazioni Unite in Libia.
“In Libia, gli Stati Uniti sostengono la formazione di un governo inclusivo che possa mettere in sicurezza il Paese e soddisfare i bisogni economici e umanitari del popolo libico – ha spiegato Pompeo in una nota – Il nostro obiettivo principale resta quello di portare le parti libiche a una soluzione politica negoziata e inclusiva facilitata dall’Onu attraverso il Forum di dialogo politico”.
La Russia, invece, “continua a minacciare la stabilità del Mediterraneo utilizzando varie tecniche per diffondere disinformazione, minare la sovranità nazionale e seminare caos, conflitti e divisioni all’interno dei Paesi della regione”, ha aggiunto Pompeo, che ha accusato Mosca di sostenere un “brutale dittatore” in Siria.