Retroscena Verstappen, il sorprendente aneddoto sul padre Jos: “mi ha abbandonato in autostrada da piccolo”

Max Verstappen ha raccontato un curioso aneddoto risalente al 2012, quando il padre Jos lo abbandonò in autostrada dopo il campionato di kart

Max Verstappen è stato senza dubbio in questa stagione l’unico avversario per Lewis Hamilton, escludendo lo spento Bottas che comunque guidava la stessa macchina del campione del mondo.

Verstappen
Mark Thompson/Getty Images

L’olandese è riuscito a chiudere la stagione con la vittoria di Abu Dhabi, tenendo a bada le due Mercedes senza problemi e preparandosi così al meglio per il Mondiale 2021. Non sarà facile tener testa a Hamilton e Bottas nella prossima stagione, ma Verstappen non ha nessuna intenzione di partire battuto.

LEGGI ANCHE: F1, Wolff e lo schiaffo della Red Bull ad Abu Dhabi

Solo in autostrada

Max Verstappen
Bryn Lennon/Getty Images

Max Verstappen può contare su Helmut Marko all’interno del paddock, il consulente della Red Bull è come un secondo padre, su cui poter fare sempre affidamento. Interrogato da Servus TV, Verstappen ha ammesso: “mi trovo bene con Helmut, è come un secondo padre per me.  Prima di arrivare in F1 a o bordo pista c’era mio padre Jos, adesso al box c’è Helmut. Da quando sono arrivato nel circus mio padre via via si è fatto poco a poco sempre più da parte”. L’olandese poi ha rivelato un curioso episodio risalente al 2012, quando il padre lo lasciò in autostrada da solo prima di andare a riprenderlo: “nel 2012 mi lasciò in autostrada dopo il campionato di kart, ma poi dopo dieci minuti venne a riprendermi. Adesso posso farmi due risate pensandoci, ma erano tempi duri”.