MotoGp, non c’è pace per Marc Marquez: lo spagnolo resta in ospedale per un’infezione sulla frattura

La Honda ha fatto sapere che sulla frattura di Marc Marquez si è generata un'infezione che obbligherà il pilota a rimanere ancora in ospedale

Marc Marquez non ha davvero pace, il pilota spagnolo deve fare i conti adesso con un’infezione generatasi sulla frattura, che lo obbligherà a rimanere in ospedale ancora per qualche giorno.

Marc Marquez
Mirco Lazzari gp/Getty Images

A renderlo noto è la Honda, con un comunicato apparso nel pomeriggio di oggi sul proprio sito: ‘la situazione clinica post-operatoria di Marc Marquez è stata considerata soddisfacente dal team medico dell’Hospital Ruber Internacional di Madrid. Tuttavia, le colture ottenute durante l’intervento di pseudoartrosi hanno confermato che c’era una precedente infezione nella frattura, che costringerà Marquez a sottoporsi ad un trattamento antibiotico specifico nelle prossime settimane. Marquez rimarrà all’Hospital Ruber Internacional di Madrid‘.

Ipotesi querela

Marc Marquez è tornato a parlare dopo molto tempo, intervenendo ai microfoni di DAZN Spagna per ripercorrere tutte le tappe del suo calvario. Il pilota della Honda ha puntato il dito contro i medici, nei confronti dei quali potrebbe anche intentare una causa civile: “mi avevano detto così, sono coraggioso ma non un incosciente, mi avessero detto che la placca si poteva rompere, non sarei salito su una moto che va a 300 km/h. Quando tornerò dovrò essere al 100% e il mio corpo dovrà essere pronto ad affrontare gli stessi rischi di sempre, perché questo è il mio Dna, quello che mi ha portato dove sono e a ottenere quello che ho ottenuto. Oggi peso 61 chili, mentre normalmente ne peso 65, ho perso tutto il muscolo“.