La compagnia aerea perde le divise del Cornellà, il match contro il Marino finisce in piena notte

La compagnia aerea su cui volava il Cornellà ha perso le divise da gioco, così i catalani hanno dovuto aspettare un charter con le divise prima di scendere in campo

Una storia particolare arriva dalla Spagna, dove nella serata di ieri si sono giocate molte partite dei 64esimi di finale di Copa del Rey. Tutte le gare si sono concluse come di consueto, tranne una: ossia la sfida tra Marino e Cornellà. Le squadre avrebbero dovuto scendere in campo alle 21, ma il fischio d’inizio dell’arbitro è arrivato alle 23.30 per un motivo surreale: la compagnia aerea su cui hanno viaggiato gli ospiti ha perso le divise, compresa l’intera l’attrezzatura sportiva. La gara è iniziato solo quando sono arrivate le nuove divise con un volo charter da Barcellona, terminando all’1:25 del mattino.

Norme anti-Coronavirus

Una situazione davvero surreale, con il match tra Marino e Cornellà rinviato per un errore della compagnia aerea, colpevole di aver perso le divise della squadra catalana, che ha dovuto aspettare un nuovo charter con le magliette da utilizzare. Inizialmente, il Marino aveva proposto di cedere la propria seconda maglia al Cornellà, ma a causa delle norme anti-Coronavirus, non è stato possibile procedere a questa soluzione. I nuovi kit sono arrivati dopo qualche ora, con il match che è iniziato alle 23:30 ed è terminato all’1:25, con la vittoria degli ospiti per 0-1.