Lite Gasperini-Gomez, tregua armata fino a Natale: l’Atalanta intanto avverte il Papu

La lite Gasperini-Gomez è stata accantonata per qualche giorno fino a Natale, dopodiché il Papu parlerà con l'Atalanta per capire il proprio futuro

Tregua armata, si può chiamare così quella firmata da Gasperini e Gomez, con la supervisione dell’Atalanta.

Gasperini e Gomez
Alessandro Sabattini/Getty Images

In questo momento è fondamentale conquistare punti in campionato e risalire la china, per questo motivo le parti hanno accantonato per il momento i propri screzi, concentrandosi sulle prossime sfide contro Roma e Bologna. Due test fondamentali, nei quali non è escluso che Gasperini possa affidarsi al numero 10 argentino, rimandando dunque a gennaio ogni valutazione su un suo possibile addio. L’ingresso in campo contro la Juventus è stato molto positivo, dunque l’allenatore nerazzurro potrebbe affidarsi dal primo minuto a Gomez per scardinare la difesa della Roma.

LEGGI ANCHE: L’Atalanta non merita questo Papu Gomez

Lite Gasperini-Gomez: niente lista gratuita

Gasperini e Gomez
Pool/Getty Images

Una volta superati gli scogli Roma e Bologna, a quel punto l‘Atalanta si siederà al tavolo con Gomez, valutando insieme a lui quale sia la soluzione migliore per il suo futuro. Una cosa è certa, il club nerazzurro non concederà la lista gratuita al Papu, perché Percassi non ha proprio intenzione di andare a rinforzare una diretta concorrente in Serie A. Il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 10 milioni di euro, una cifra considerata elevata dai club interessati, considerando la situazione e i 33 anni di Gomez.

L’ipotesi Milan

Maldini
Paolo Bruno/Getty Images

Tra le squadre interessate al Papu Gomez c’è soprattutto il Milan, ma non alle cifre paventate dall’Atalanta. I rossoneri potrebbero sfruttare l’amicizia tra Paolo Maldini e l’agente del giocatore Riso, ma l’esborso cash dovrà essere molto inferiore rispetto alle richieste dei nerazzurri. Considerando poi l’abbondanza che Pioli ha sulla trequarti, l’acquisto di Gomez sarebbe più uno sfizio che una reale necessità. Più freddo invece l’interesse di Inter, Napoli, Roma e Lazio così come quello del PSG, che osserva da lontano in attesa di capire quale mossa compiere.