Libia: tutto pronto per l’accoglienza dei pescatori, il sindaco ‘sarà una festa’

Mazara del Vallo, 19 dic. (Adnkronos) – Tutto pronto al porto di Mazara del Vallo (Trapani) per l’arrivo dei 18 pescatori mazaresi liberati giovedì in Libia. Poco fa il sindaco Salvatore Quinci ha incontrato la stampa, con il Comandante della Polizia municipale per spiegare cosa accadrò domani mattina, intorno alle 10. “Appena saranno arrivati i pescatori saliranno sulle due imbarcazioni i medici per rilasciare l’autorizzazione per potere scendere – spiega il primo cittadino – Poi i pescatori scenderanno e andranno nei due gazebo che sono stati sistemati sul molo. Lì verranno sottoposti a due tamponi, prima quello antigenico e poi quello molecolare. Il risultato del primo si consocerà dopo meno di 10 minuti, l’altro dopo circa 6 ore. Nella ipotesi in cui uno solo dei pescatori dovesse risultare positivo allora saranno tutti portati su un pullman che li accompagnerà nelle proprie abitazioni dove dovranno fare la quarantena”. “Se dovessero essere tutti negativi come ci auguriamo, allora andranno a salutare i parenti e le autorità presenti sul molo”.
Ma chi verrà domani mattina per accogliere i pescatori? Non ci sarà nessun esponente del Governo nazionale né regionale. Tra le autorità attese ci sarà oltre al prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi, il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, alcuni deputati regionali e nazionali, oltre al deputato tunisino Sami Ben Abdeelali.
Subito dopo ci sarà il suono delle sirene dell’inter marineria di Mazara del Vallo “per esprimere la gioia per l’arrivo dei pescatori – dice il sindaco Salvatore Quinci – e poi ognuno dei pescatori potrà finalmente tornare a casa. Sarà un’accoglienza nel pieno rispetto delle regole anti Covid”. L’area portuale sarà chiusa già dalle 8. Ammessi solo i giornalisti accreditati, i familiari più stretti dei pescatori e le autorità. “Dobbiamo evitare il rischio assembramento – dice ancora il sindaco Quinci – Dunque rispetteremo tutte le norme”.