Libia: il racconto del comandante, ‘umiliati e maltrattati, parlavano di scambio prigionieri’ (2)

(Trapani) – Poi ha ricordato la madre, Rosetta Ingargiola, diventata ‘madre coraggio’. A 74 anni non ha mai smesso di lottare. “Il nostro abbraccio è stato bellissimo – dice – una grande emozione”. Alla domanda se tornerà in mare dice: “Certo, ma mi piacerebbe che l’Italia ci tutelasse un po’ di più”. “Non ci sentiamo tutelati – dice – sarebbe opportuno che qualche volta qualche nave ci stesse vicino. Vorremmo sentire la vicinanza del nostro paese. Anche con qualche nave, così in caso di bisogno non avremmo queste difficoltà”. E conclude: “Chiediamo che il governo ci stesse più vicino in futuro. Non vogliamo più che accada quanto accaduto a settembre. Mai più”.