“Se non fai 10 gol ci ridai lo stipendio”, lo Spartak Mosca mette Kokorin con le spalle al muro

Alexander Kokorin ha firmato con lo Spartak Mosca un contratto che prevede la restituzione di parte dello stipendio se non dovesse segnare 10 gol

Alexander Kokorin si è ripreso la sua carriera, tornando in campo dopo essere stato addirittura in carcere. L’attaccante russo ha firmato con lo Spartak Mosca, società che ha deciso di puntare su di lui, cautelandosi però nel caso in cui dovesse tradire le attese. All’interno del contratto stipulato tra le parti è stata inserita una clausola clamorosa, secondo la quale Kokorin dovrà restituire parte dello stipendio se dovesse segnare meno di 10 gol nella stagione 2020/2021. A rivelare questo curioso retroscena è stato il sito russo sport-express.ru, sottolineando inoltre come l’accordo tra Kokorin e lo Spartak avrà durata triennale.

Due gol in 10 partite

Epsilon/Getty Images

Alexander Kokorin ha messo a segno finora due reti in dieci presenze, dunque un quinto del bottino che gli serve per garantirsi il 100% del suo stipendio. A mettergli il bastone tra le ruote adesso ci si è messo anche un infortunio, un problema al quadricipite che lo ha costretto a saltare l’ultima partita. L’obiettivo di Kokorin è quello di tornare in campo per la sfida contro lo Zenit, in programma il 16 dicembre alla Gazprom Arena di San Pietroburgo.