Infrastrutture: Renzi, ‘serve piano shock, chiederemo conto ritardi’

Roma, 5 dic. (Adnkronos) – “Oggi piove a Venezia. Entra in funzione il Mose. E non ci sono problemi. Sapete che vuol dire? Che le infrastrutture servono. E salvano. Mi dispiace per i ritardi incredibili sulle infrastrutture e sul Piano Shock. E dire che il Piano Shock potrebbe aiutare anche l’economia, importantissimo in un momento in cui il Pil è a meno 10%. Sinceramente non capisco che cosa stiano aspettando le burocrazie ministeriali. Chiederemo conto in tutte le sedi dei ritardi di questi mesi”. Lo scrive Matteo Renzi nella enews.