Governo: Renzi, ‘meglio l’opposizione di questo Recovery, mai appoggio esterno’

Roma, 31 dic (Adnkronos) – “Non temo” che sbuchino eventuali ‘responsabili’ a sostegno del Conte II, “se avvenisse sarebbe perfettamente legittimo. Si chiama democrazia parlamentare. E non è un atto di gentilezza di Conte andare in Parlamento: è una esplicita previsione costituzionale. Se però al Parlamento va bene sprecare 300 miliardi di euro in bonus e sussidi, facciano pure: noi andremo all’opposizione”. Lo dice Matteo Renzi al ‘Sole 24 ore’, parlando delle tensioni in maggioranza sul Recovery plan.
L’appoggio esterno al governo in caso di rottura “lo escludo nel modo più categorico. Se ci vogliono ci stiamo con le nostre idee. Se non ci vogliono facciano da soli. L’appoggio esterno è una finezza da intenditori, una roba da appassionati della prima repubblica” chiarisce il leader di Iv.
Renzi, tra l’altro, parla anche del no del premier alla delega sui Servizi: “L’insistenza con cui Conte difende una cosa che né Monti, né Berlusconi, né Prodi e né io abbiamo fatto è incomprensibile e comincia a diventare sospetta. Più il premier insiste più sarà importante capire perché non intende avvalersi di una professionalità specifica”.