Governo: Marcucci, ‘non tramo contro Pd, Conte cambi passo’ (2)

(Adnkronos) – Nel Pd si pensa che lei sia la quinta colonna di Renzi… “Sono allibito, chi lo dice è un bugiardo, che lo fa in modo falso e strumentale. Io sono un fondatore del Pd e ho visto andare via tanti, Rutelli, Bersani, Speranza, Renzi”. Non sta per traslocare in Italia viva? “Mi dispiace, ma credo nel Pd e rimango a casa mia, più motivato che mai, mantenendo la barra dritta con tanti colleghi di Base riformista. Chi mette in giro altre voci forse non tollera posizioni diverse, ma questa è la democrazia parlamentare”.
Il Pd le ha chiesto di lasciare la guida del gruppo? “No, mai. Credo che Zingaretti, per il quale ho grande stima, voglia avere un gruppo che dà idee e indica una prospettiva. Forse qualcuno spera che io me ne vada, ma non credo Zingaretti”.
“Qualche settimana fa in Aula chiesi a Conte con forza di valutare la sua squadra di governo e lo confermo. Non penso a un rimpasto, ma ad una assunzione di responsabilità”. Un passo indietro? “No, quella fu la lettura dei malevoli. A Conte io sto chiedendo di cambiare passo”.