Governo: dalla sfida del Covid al duello con Renzi, il 2020 di Conte (5)

(Adnkronos) – Tra le misure restrittive il decreto prevede: spostamenti permessi solo per comprovati motivi di lavoro e salute, divieto di eventi che prevedano assembramenti di persone e chiusura di palestre, piscine, centri benessere, musei, centri culturali, cinema, teatri, stazioni sciistiche e nel fine settimana anche dei centri commerciali. I bar e i ristoranti potranno rimanere aperti fino alle 18 rispettando la distanza di sicurezza di un metro.
Passano appena 4 giorni, il fatidico 9 marzo segna il lockdown dell’Italia: su richiesta sia dei partiti di maggioranza che di quelli di opposizione, con un ulteriore decreto, Conte estende le restrizioni della ‘zona rossa’ all’intero territorio nazionale e, su richiesta del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, viene sospeso anche il campionato di calcio.
In una drammatica conferenza stampa, il presidente del Consiglio parla al cuore degli italiani, li esorta a restare uniti promettendo che sconfiggeremo il virus e ‘torneremo ad abbracciarci’, parole, le sue, che qualche settimana più tardi risuoneranno fino in Olanda, dove, nella cittadina di Delft, dei commercianti affiggono un grande striscione nel centro storico con le parole dei premier italiano, rigorosamente in lingua olandese. Arrivano i primi stanziamenti importanti, il primo ammonta a 25 miliardi, Conte avvia un confronto con le forze di opposizioni ma le distanze restano e appaiono incolmabili nonostante l’avanzare della pandemia.