Governo: dalla sfida del Covid al duello con Renzi, il 2020 di Conte (3)

(Adnkronos) – Il 31 gennaio segna l’inizio dell’incubo. Il Cdm vara lo stato di emergenza sanitaria per sei mesi per il rischio legato alla diffusione del Covid, il virus che ha messo in ginocchio la Cina. Ma al netto dei contraccolpi economici, già avvertiti soprattutto nel nord Italia, il nemico appare lontano, non è ancora tra noi. Lo sono al contrario i dissidi e i contrasti che animano il governo e che Conte fatica a tenere a bada.
Ad agitare le acque è ancora una volta l’ex premier e leader di Iv, Matteo Renzi: il 13 febbraio il Consiglio dei ministri vara la riforma del processo penale, assenti le due ministre renziani Teresa Bellanova e Elena Bonetti, in segno di disaccordo con la riforma della prescrizione targata Bonafede e al centro di un lungo braccio di ferro che ha visto battagliare anche i dem.
Crescono i rumors su un governo a un passo dalla crisi, ma il 21 febbraio lo scenario cambia, i riflettori si spostano su un’emergenza che investirà l’Italia come uno tsunami. A Codogno un 38enne viene ricoverato in terapia intensiva, due focolai di Coronavirus si registrano in Lombardia, nel lodigiano, e nel padovano Veneto, dove arriva anche la prima vittima di Covid-19 in Italia. Vengono varate le prime zone rossa, i controlli dell’esercito all’ingresso delle aree del Nord Italia più colpite.