Governo: dalla manovra al Mes, la lunga lista degli ultimatum di Renzi (3)

(Adnkronos) – (Adnkronos) – Ancora una volta, il governo balla. Ma poi riesce a ripartire. Ma in tutto il periodo dell’emergenza Covid, Renzi non perde l’occasione di smarcarsi dalla linea dell’esecutivo: per primo chiede la riapertura di fabbriche e scuole (era Pasqua), poi di librerie e Chiese. E si arrabbia quando nel ciclone finiscono i runner: “Sostenere che si debba usare la mascherina mentre si corre è semplicemente assurdo”, twitta.
A maggio la pietra della discordia è ancora il ministro Bonafede. Contro di lui il centrodestra presenta una mozione di sfiducia e per giorni Iv lascia intendere che potrebbe appoggiarla. E’ solo al culmine di un crescendo di polemiche e tensioni che Renzi prende la parola in Senato per annunciare che Iv salverà il Guardasigilli (e il governo). Con l’estate, l’ex premier non va in vacanza: “Anzichè una task force andiamo in aula ad agosto, sfidiamo l’opposizione e diciamo come vogliamo spendere questi soldi”, chiede in Senato.
E’ la ‘stagione’ del Recovery fund e del Mes, quella che dura ancora oggi e che vede spesso Renzi sulle barricate. “O c’è un esecutivo politico forte, come spero, o si farà strada l’ipotesi di un governo tecnico o di unità nazionale”, dice in una intervista estiva. Siamo ai giorni nostri, all’ultimo degli ultimatum pronunciati in Senato dal leader di Iv davanti al premier: “Le nostre poltrone sono a sua disposizione”. Poi il faccia a faccia di palazzo Chigi che si chiude con l’ennesimo monito del leader di Iv condito dalla ‘dead line’ dell’Epifania. L’anno nuovo ripartirà dall’ultimatum di Renzi.