Governo: da verifica a Recovery e vaccini, le parole di Conte/Adnkronos (5)

(Adnkronos) – SCUOLA – “Auspico che il giorno 7” gennaio “le scuole secondarie di secondo grado possano ripartire con la didattica mista, almeno il 50 per cento in presenza nel segno della flessibilità”. Il premier ha sottolineato la possibilità di situazioni flessibili, “paese per paese, scuola per scuola” frutto del lavoro coordinato da parte delle prefetture, ammettendo che “il trasporto si è rivelato uno dei momenti più critici”, perchè bisognerebbe “quintuplicare la flotta dei mezzi di trasporto Abbiamo investito tre miliardi per sostituire la flotta dei bus, stanziato 390 milioni per favorire il noleggio di mezzi privati, tutte iniziative che devono essere messe a terra a livello regionale”.
LAVORO – Con la fine del blocco dei licenziamenti, “il mercato del lavoro si preannuncia molto critico dopo marzo”, uno scenario “molto preoccupante. Fin qui abbiamo costruito una cintura di protezione sociale che più o meno sta funzionando”, ma occorre pensare alla “riforma degli ammortizzatori sociali e rendere più incisive le politiche attive del lavoro. Dobbiamo assolutamente lavorare nei prossimi giorni per non farci trovare impreparati, ci stiamo lavorando”.
LEGGE ELETTORALE – “C’è stato un accordo tra le forze di maggioranza sulla legge elettorale e per un controbilanciamento dovuto al taglio del numero dei parlamentari”. Questo tema “è tra le priorità fine legislatura e lo porrò all’attenzione del tavolo di confronto della maggioranza. E’ un passaggio importante”.
CARCERI – “Per la situazione delle carceri, in un periodo così complesso ci sono ulteriori preoccupazioni che si aggiungono. Se posso, nel complesso, per fortuna, la situazione è sotto controllo per la pandemia, su 53mila detenuti abbiamo 844 casi di positività al Covid, di cui sintomatici 35, ricoverati solo 25. Nel complesso le cautele adottate, ho verificato io stesso, ci sono”.