Governo: Ceccanti (Pd), ‘ultimatum cancellano ragioni di merito’

Roma, 20 dic. (Adnkronos) – “C’è più di uno che in queste ore mi fa domande su scenari di rimpasti e di crisi. Al di là delle singole ragioni, spesso motivate, per dare nuovo slancio all’azione di Governo, che si possono anche legittimamente esprimere con forti critiche (e qualche volta è capitato anche a me, per esempio sulla parlamentarizzazione dei dpcm), quando vedo tutto ciò riproposto sotto forma di ultimatum penso che quelle ragioni si indeboliscano fino a perdersi del tutto”. Lo afferma Stefano Ceccanti, deputato del Pd.
“Ricordo questo passaggio di Aldo Moro nel suo ultimo discorso del 28 febbraio 1978 e inviterei tutti ad attenervisi. ‘Non si possono concepire degli ultimatum, di qualsiasi natura. Alcuni possono essere più dolci, taluni possono essere anche dolci nell’aspetto, altri più duri; ma ultimatum di qualsiasi genere, che effetto avrebbero? Avrebbe un qualsiasi ultimatum il significato di una stretta che rischierebbe di far precipitare le cose verso una soluzione negativa'”, conclude Ceccanti.