“La società non ci paga”, situazione grottesca a Livorno: giocatori cacciati dal ristorante

I giocatori del Livorno non hanno potuto mangiare al ristorante del centro Coni perché la società non ha saldato il conto, una situazione grottesca

Una situazione davvero grottesca ha visto protagonisti i giocatori del Livorno, cacciati dal ristorante del centro Coni per un motivo davvero assurdo. La squadra amaranto aveva appena finito l’allenamento mattutino, l’ultimo prima di partire per la trasferta di Vercelli, valida per il campionato di Serie C, quando si è diretta verso il ristorante del centro di Tirrenia.

Gabriele Maltinti/Getty Images

Un pasto veloce e via verso il Piemonte, peccato però che i proprietari del locale hanno sbarrato le porte ai giocatori: “scusate, niente pranzo perché la vostra società non paga“. Una doccia congelata, che ha costretto la squadra a tornare in fretta e furia a casa, mangiando un boccone al volo prima di mettersi in viaggio. Una situazione grottesca, che fotografa le difficoltà economiche del Livorno, caduto in malora dopo la decisione di Spinelli di passare la mano. Una fine che la gloriosa squadra toscana non merita, soprattutto per quel passato che adesso grida vendetta.