**Fisco: Lavori pubblici, da De Micheli nessuna proposta di condono edilizio**

Roma, 12 dic. -(Adnkronos) – L’ipotesi di un condono edilizio per le irregolarità commesse fino al 1° settembre 1967 – riportata oggi dal Fatto Quotidiano “non è riferibile in alcun modo alla volontà della Ministra De Micheli”. Lo scrive in una precisazione il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici spiegando che l’ipotesi di norma riferita dall’articolo “è inserita nella proposta di riforma della disciplina delle costruzioni elaborata da un Tavolo tecnico nazionale istituito presso il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici nel 2016, su iniziativa della Conferenza Unificata Stato- Regioni Autonomie locali”.
Pertanto questa proposta – si ribadisce – “non è riferibile in alcun modo alla volontà della Ministra De Micheli o agli Uffici del Ministero in quanto non ancora trasmessa dal Consiglio superiore dei Lavori pubblici alla Ministra e dal momento che l’Assemblea del Consiglio non ha ancora validato e approvato il lavoro svolto dal Tavolo tecnico”.
“Il testo attuale – continua il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici – seguirà la prescritta procedura di discussione presso il Consiglio Superiore, con la nomina di una apposita Commissione relatrice, che alla conclusione dei lavori lo sottoporrà all’esame dell’Assemblea Generale. Solo a questo punto la proposta di articolato normativo potrà essere trasmessa all’Autorità politica per le valutazioni”.