Filosofi: è morto Sabatini, custode memoria Silone e presidente Fondazione Matteotti

Roma, 9 dic. – (Adnkronos) – Il filosofo Angelo Guido Sabatini, autore di scritti di estetica, saggi sulla poesia intellettualistica francese e studi sul mito della “grecità” nella filosofia tedesca, è morto ieri a Roma all’età di 92 anni dopo una lunga malattia. I funerali si terranno domani, giovedì 10 dicembre, alle ore 11, nella chiesa romana della Sacra Famiglia. L’annuncio della scomparsa, come riferisce l’Adnkronos, è stato dato dai figli Marco e David.
Dal 2004 il professore Sabatini era presidente della Fondazione Giacomo Matteotti della quale era stato in precedenza segretario generale fin dalla nascita, nel 1973. Dal 1980 ha diretto la Nuova Serie, da lui promossa, della rivista “Tempo Presente”, fondata da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte nel 1956 e chiusa nel 1968. E proprio dello scrittore abruzzese Ignazio Silone Sabatini era uno dei più importanti studiosi: per i meriti acquisiti aveva ricevuto il Premio Internazionale Silone 2001 dalla Fondazione Ignazio Silone. Era nato a Casalanguida (Chieti) il 23 agosto 1928 e si era formato a Roma, all’Università “La Sapienza”, alla scuola di Franco Lombardi, che dal 1969 aveva affiancato nell’insegnamento di filosofia morale alla Facoltà di Lettere e Filosofia.
Il professore Sabatini ha insegnato filosofia politica e filosofia della storia nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Tor Vergata di Roma fino al 31 ottobre 2000. Ha insegnato anche etica sociale dal 1978 al 1981 alla Luiss. E’ stato uno dei fondatori del Master in giornalismo e comunicazione pubblica della Scuola di specializzazione in analisi e gestione della Comunicazione dell’Università Tor Vergata di Roma, di cui è stato prima direttore e poi presidente.