Formula 1, retroscena Ferrari in qualifica: spunta un malizioso sgarbo di Vettel a Leclerc

Un episodio alquanto dubbio è avvenuto nelle Qualifiche del GP di Sakhir, un presunto sgarbo di Vettel nei confronti di Leclerc nel corso della Q2

Il clima in casa Ferrari è tutt’altro che idilliaco, il rapporto tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc ormai si è letteralmente deteriorato che è impossibile da ricostruire. I due si separeranno tra poco più di una settimana, visto che il tedesco passerà all’Aston Martin a fine stagione, per questo motivo non hanno nessuna intenzione di mettersi alle spalle le incomprensioni. Le scintille non mancano mai e, di domenica in domenica, si sommano gli episodi controversi tra i due piloti della Ferrari, l’ultimo è quello accaduto ieri nelle Qualifiche del Gp di Sakhir.

Sgarbo di Vettel

Leclerc
Pool/Getty Images

Sebastian Vettel non lo ammetterà mai, però ciò che ha fatto nel corso delle Qualifiche del GP di Sakhir assomiglia a un vero e proprio sgarbo. Durante il Q2, il tedesco avrebbe dovuto concedere la scia a Leclerc per consentirgli di qualificarsi nel Q3 con le gomme medie, le quali avrebbero dato un grosso vantaggio alla Ferrari in gara. Inspiegabilmente però, Vettel ha fatto rientro ai box, obbligando il compagno poi a uscire con gli pneumatici soft e qualificarsi con quelli alla Q3. Un dispetto dopo quanto successo domenica scorsa in gara? Potrebbe darsi, ma difficilmente Vettel lo ammetterà, evitando di passare come colui che ha rotto le uova nel paniere a Leclerc.

LEGGI ANCHE: Leclerc: “il giro perfetto? Me lo ero scritto sul quaderno”

Le parole di Vettel

Vettel
Peter Fox/Getty Images

Un colpo durissimo quello che Vettel ha dovuto mandare giù dopo le qualifiche, considerando il suo 13° posto in confronto al 4° di Leclerc. Un gap che lo ha sorpreso, come sottolineato ai microfoni di Sky Sport F1 di essere rimasto sorpreso dalla sua prestazione: “non so cosa sia successo, avevo una buona sensazione, non so cosa sia andato storto. I ragazzi sono stati molto bravi a cambiare il motore così rapidamente, ma chiaramente non è l’ideale. Perdevamo parecchio in rettilineo, forse più per il traffico che per altro comunque è stato uno svantaggio. Nel settore centrale faticavo a trovare quel passo in più. Meglio oggi di ieri? Sì, ma ieri abbiamo provato qualcosa che non ha funzionato e sapevamo già stamattina che ci sarebbe andata meglio. Chiave della gara? Gomme, saperle gestire, e evitare il traffico. Questo può fare la differenza”.