Expo Dubai: al via la digitalizzazione del David di Michelangelo (2)

(Adnkronos) – Dopo l’attuale fase di acquisizione dei dati della statua, il progetto prevede infatti la riproduzione fisica con tecniche additive, la finitura delle superfici realizzata da esperti restauratori fino al trasporto dell’opera agli Emirati Arabi Uniti: nel processo saranno impegnati scienziati, tecnici, curatori, artigiani, docenti e studenti universitari.
Fin dal suo annuncio a inizio ottobre, il progetto per la ri-produzione del David ha attratto l’interesse dei media nazionali e internazionali: dal New York Times che gli ha dedicato la prima pagina alla Bbc passando per La Vanguardia e un ampio numero di pubblicazioni specializzate in arte e tecnologie.
Da oggi il percorso, avviato con la acquisizione del gemello digitale e che si concluderà con l’arrivo della riproduzione del capolavoro michelangiolesco a Dubai sarà raccontato in presa diretta in una speciale sezione del sito del Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai.