Ex Ilva: Pd, ‘primo passo ma obiettivo rimane completa decarbonizzazione’

Roma, 11 dic. (Adnkronos) – “L’accordo sul futuro dell’ex Ilva di Taranto è un primo, necessario, passo per garantire un futuro diverso allo stabilimento e all’intera città. Vi sono aspetti positivi, a cominciare dall’ingresso dello Stato attraverso Invitalia, che garantirà la prosecuzione del processo soprattutto nell’interesse della collettività”. Così in una nota Chiara Braga, responsabile ambiente e Nicola Oddati, coordinatore della iniziativa politica Pd.
“L’avvio del processo di decarbonizzazione e la riduzione complessiva delle emissioni e dell’impatto inquinante sulla salute e sull’ambiente, che noi riteniamo vadano vincolati ad una valutazione di impatto sanitario. Infine l’avvio di un tavolo di programma anche con la presenza del Comune di Taranto e della Regione Puglia, che consentirà di monitorare e spingere il processo avviato e condividere ogni intervento sia di risanamento ambientale che di rilancio economico della città. Il Governo fa investimenti importanti per ricercare un nuovo e più avanzato equilibrio tra diritto alla salute e all’ambiente e produzione e occupazione”.
“Si tratta dell’avvio di un processo di transizione ecologica che a nostro avviso deve essere più coraggioso e tendere progressivamente all’obiettivo della completa decarbonizzazione, anche valutando nel tempo un mix di tecnologie capaci di produrre , a prezzi competitivi, acciaio pulito. Sappiamo che questo obiettivo ha bisogno di tempo, ma il tempo deve essere impiegato con tutta la determinazione necessaria, tanto più alla luce dell’intesa raggiunta dal consiglio europeo sugli obiettivi di riduzione delle emissioni di almeno il 55% al 2030”.