Esame farsa di Suarez, cosa rischia la Juventus? La situazione è grave, c’è anche l’ipotesi corruzione

Dopo le ultime rivelazioni sull'esame farsa di Suarez, cosa rischia la Juventus? L'avvocato Carlo Taormina ha provato a fare chiarezza sulla vicenda

E’ una giornata delicata per la Juventus, soprattutto dopo il comunicato stampa diramato questa mattina dalla procura di Perugia, che sta indagando sull’esame farsa di Suarez, svolto presso l’Università per Stranieri del capoluogo umbro. La rettrice dell’Ateneo e i professori che si occuparono dell’esame dell’uruguaiano sono stati sospesi per 8 mesi, mentre alcuni dirigenti della Juventus sono indagati per aver “avanzato delle richieste all’Università“.

Cosa rischia la Juventus? Le parole dell’esperto

David Ramos/Getty Images

Sulla questione è intervenuto Carlo Taormina, noto avvocato che ha analizzato la vicenda ai microfoni di Radio Punto Nuovo: “rischio giustizia sportiva per la Juventus? Mi sembra si un transito naturale: al di là di questo, per il vantaggio di un tesseramento non fatto nelle modalità prefissate. Juventus corruttore? L’ipotesi corruzione ventilata per questa procedura è stata accelerata con speranza, o magari assicurazione, che per l’Università di Stranieri di Perugia ci potessero essere altri incarichi. L’Università non ci fa una bella figura mentre, per quanto riguarda l’accordo corruttivo, mi pare ci sia stato un avvocato che si sia fatto parte dirigente per conto della Juventus“.

L’ipotesi corruzione

Nell’esame farsa di Suarez, la Juventus rischia grosso nel caso in cui venisse a galla un’ipotesi di corruzione: “il piano morale è fuori discussione, una leggerezza incredibile. Dal punto di vista tecnico-giuridico, è corruzione non solo per una dazione di danaro, ma anche per una promessa di futura utilità. Se l’avvocato dovesse dire che è stata incaricata dalla Juventus, la Juve entrerebbe nel mirino della fattispecie in contestazione e rischia tanto. In caso contrario, la Juve non rischia nulla”.