Droga: ‘call center’ della cocaina, presa banda di 8 spacciatori a Milano (2)

(Adnkronos) – L’indagine ha avuto inizio ai primi di maggio scorso, quando a Milano, in viale Gran San Bernardo, la Sezione investigativa del Commissariato Centro ha sorpreso in flagranza di reato uno dei corrieri mentre cedeva una dose di cocaina a un acquirente. Il 26 giugno scorso, in via Boccaccio a Cologno Monzese (Milano), dentro un’auto con a bordo cinque persone, sono state trovati due chili di hashish.
Durante tutta l’attività investigativa, durata oltre sei mesi, in pieno periodo di emergenza sanitaria Covid-19, gli agenti del Commissariato Centro hanno raccolto indizi a carico degli indagati con il sequestro di oltre due chili di hashish e oltre 50 grammi di cocaina e ricostruito i ruoli nella banda, dal leader S.R., cittadino albanese 34enne, a quello dei diversi “cavallini” che, con tempi e modalità diverse, contattavano i clienti.
La diffusione dello stupefacente su parte del territorio milanese era capillare. La capacità criminale del leader è emersa una volta di più quando, con strategia, dettava i tempi di utilizzo dei suoi stessi cavallini, proteggendo con questa sorta di alternanza i soggetti coinvolti nell’attività di spaccio e garantendo a tutti l’anonimato.