Ducati-Dovizioso, scoppia una nuova polemica: il fuoco brucia ancora sotto la cenere

Andrea Dovizioso è tornato a parlare della sua esperienza con la Ducati, togliendosi un grosso sassolino dalla scarpa. E su Valentino Rossi...

Andrea Dovizioso ha ufficialmente chiuso la sua avventura con la Ducati, rimanendo però a piedi in vista del Mondiale 2021. Il rapporto tra il Dovi e la Casa di Borgo Panigale non si è chiuso nel migliore dei modi, colpa di alcuni corto circuiti scoppiati nel corso dell’ultima stagione.

Mirco Lazzari gp/Getty Images

Situazioni che non sono piaciute al pilota forlivese, come sottolineato ai microfoni di DAZN: “non credo di essere stato valorizzato nel modo giusto nella mia carriera, ma questo non mi rende frustrato. Nelle stagioni in Ducati le cose sono andate meglio, anche se certe critiche non le ho capite. Se non ho vinto un Mondiale è solo colpa di un mostro come Marquez. Non sono stato valorizzato fin quando non sono arrivati gli anni buoni in Ducati. Per il mio modo di affrontare il campionato ho sempre fatto punti in silenzio. E, se si guarda la mia carriera, sono quasi sempre arrivato in top5. Sono sempre stato davanti, ma se non esplodi la maggior parte dei giornalisti non ti vede e non ti esalta. In Ducati il mio lavoro è stato notato maggiormente“.

LEGGI ANCHE: MotoGp, Dovizioso e la frecciata velenosa a Lorenzo

Capitolo Valentino Rossi

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Andrea Dovizioso poi si è soffermato sugli avversari affrontati in pista, concentrandosi maggiormente su Valentino Rossi: “ha talento e metodo, ma Casey era un’altra cosa. Non credo di essere stato all’ombra di un campione come Valentino, lui ha fatto del bene a tutti, italiani, spagnoli. Con Valentino Rossi in pista, la popolarità del nostro sport è cresciuta enormemente, anche tra chi di moto non capisce molto“.