Coronavirus: Taormina, ‘no abusi da De Luca, ma doveva rifiutare vaccino’

Milano, 27 dic. (Adnkronos) – “Se Vincenzo De Luca ha imposto ai sanitari di praticargli il vaccino, potrebbe esserci in quel caso una concussione ma è molto difficile. Non credo proprio che il presidente della Regione Campania possa aver, abusando della sua qualità, preteso l’iniezione. Certo, però, che ha avuto un bel vantaggio, rispetto ad anziani o immunodepressi, per i quali avrebbe dovuto rifiutare il vaccino”. L’avvocato Carlo Taormina, interpellato dall’Adnkronos, ‘assolve’ dal punto di vista legale il governatore campano, ma non dal punto di vista morale.