Coronavirus, frase shock di Librandi: “i meridionali sono africani bianchi, resistono di più al virus”

Gianfranco Librandi, deputato di Italia Viva, si è lasciato andare ad una frase molto discutibile che riguarda i meridionali e il Coronavirus

Il Coronavirus è senza dubbio il tema più dibattito in politica in questo maledetto 2020, un argomento che ha creato parecchie frizioni tra Governo e opposizione, sfociate spesso in vere e proprie liti in tv. L’ultima ha coinvolto il deputato di Italia Viva Gianfranco Librandi, protagonista a ‘Dritto e Rovescio’ di un duro scontro con il responsabile nazionale di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Pregliasco: “guai seri quando partirà il piano vaccini”

“Meridionali africani bianchi”

scuola
Michael Loccisano/Getty Images

Un duello verbale su cui Librandi si è poi soffermato durante il programma ‘La Zanzara’ di Cruciani, facendo affermazioni alquanto curiose: “gli immigrati africani sono anche più forti di noi. Fatemi vedere un migrante che è in ospedale con il Covid. Basta farsi un giro negli ospedali di Saronno o di Varese, Non hanno niente, non vengono neppure contagiati. E questo avviene per una questione genetica. Io, ad esempio, sono calabrese e sono più forte. Io ho avuto il Coronavirus per un solo giorno. I calabresi sono più forti perché geneticamente resistono di più al virus. Noi meridionali siamo africani bianchi“.

I Rom

Chris McGrath/Getty Images

Librandi poi ha spiegato bene la frase relativa ai rom, che secondo il deputato di Italia Viva hanno ‘un quoziente intellettivo più alto di alcuni esponenti di Fratelli d’Italia’: “tra i rom ci sono delle persone di altissimo livello, c’è stato un premio nobel, un medico. Io non vedo nei Fratelli d’Italia uno che ha preso il premio Nobel, invece tra gli immigrati ci sono stati”.