Coronavirus, Silvio Brusaferro avverte l’Italia: “la situazione è grave e la decrescita lenta”

Silvio Brusaferro, il presidente dell'Istituto superiore di sanità, ha sottolineato come l'emergenza Coronavirus in Italia sia ancora grave

La situazione in Italia è tutt’altro che positiva, l’emergenza Coronavirus continua a correre e la guardia non va assolutamente abbassata, soprattutto con le feste di Natale in arrivo.

Chris McGrath/Getty Images

Silvio Brusaferro, il presidente dell’Istituto superiore di sanità, ha parlato questa mattina in conferenza stampa, mettendo in guardia l’Italia intera: “la situazione in Europa, e quindi anche in Italia, vede un progressivo riduzione di nuovi casi ma ancora un numero significativo di positivi. In tutte le regioni italiane c’è una decrescita, in alcune più lieve e in altre più stabile, ma l’incidenza dei casi declinata a 14 giorni è 455 casi per 100mila abitanti e a 7 giorni è scesa a 193 casi per 100 mila  abitanti. Sono numeri ancora alti che dimostrano come è ancora lontana la nostra possibilità di muoversi dalla mitigazione al contenimento”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, la gaffe di Malgioglio: “è stato creato in laboratorio”

“No assembramenti a Natale”

Coronavirus
Jan Hetfleisch/Getty Images

Silvio Brusaferro poi si è soffermato sulle feste di Natale in arrivo, chiedendo buon senso agli italiani: “dobbiamo evitare assolutamente che un rilassamento delle misure causi  un aumento dei casi. L’Italia è in una situazione grave e instabile, in decrescita lenta. Durante le feste vanno fatti tutti gli sforzi per avere a gennaio un numero  di nuovi casi significativamente meno elevato. L’indice Rt è un indicatore di buon auspicio, ma va accompagnato da una decrescita dei nuovi casi“.