Coronavirus, il ministro Boccia avverte gli italiani: “scordatevi feste e cenoni, farli sarebbe da irresponsabili”

Il ministro Boccia ha avvertito gli italiani sulle prossime festività natalizie, preannunciandogli di scordarsi sia i cenoni che i festeggiamenti in gruppo

Le festività natalizie saranno quest’anno molto diverse rispetto al passato, a causa dell’emergenza Coronavirus che sta mettendo in ginocchio l’Italia ormai dallo scorso marzo.

Conte premier
Ricardo Ceppi/Getty Images

Il Governo non vuole abbassare la guardia e sta studiando delle misure restrittive per evitare l’aumento dei contagi nelle prossime settimane, valutando di inserire l’Italia intera in zona rossa dal 24 dicembre al 6 gennaio compreso. Una soluzione estrema, che il premier Conte e i ministri hanno intenzione di assumere per evitare una terza ondata nei primi mesi del 2021 che sarebbe davvero devastante.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’immunologo svela: “poteva distruggere l’umanità”

Il ministro Boccia avverte gli italiani

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Sulle misure anti-Coronavirus per il periodo di Natale si è soffermato Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali, che ha parlato ai microfoni di Sky TG24: “utilizzare la condizione di alcuni per mettere in discussione scelte necessarie per tutti è da irresponsabili. E’ evidente che stiamo andando verso restrizioni nel periodo delle festività, se qualcuno ipotizza feste, cenoni, assembramenti sbaglia di grosso. Solo dalla vigilia di Natale all’Epifania, 3 o 6 gennaio si vedrà, più restrizioni ci sono meglio è. Ora siamo in una situazione di sicurezza sanitaria, siamo arrivati ad una scelta comune, vogliamo tutti più restrizioni quando il Paese si ferma per le festività. Il sistema delle fasce continuerà. Restrizioni anche nel prossimo weekend? Fosse per me le farei da stasera“.