Coronavirus, la mortalità in Italia ha raggiunto dati allarmanti: l’ultimo report fa rabbrividire

Secondo la 33ª puntata dell'Instant Report Covid-19, la mortalità per Coronavirus in Italia è raddoppiata negli ultimi due mesi, da metà ottobre a metà dicembre

Situazione allarmante in Italia per quanto riguarda la mortalità per Coronavirus, come dimostrano i dati rivelati nella 33ª puntata dell’Instant Report Covid-19, realizzato dall’Alta Scuola di Economia e management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica (Altems).

Go Nakamura/Getty Images

Stando all’ultimo studio, la mortalità è raddoppiata negli ultimi due mesi (17 ottobre-15 dicembre), passando da 14,53 per 100mila abitanti a 33,40 per 100mila abitanti. “Il valore dell’ultimo mese supera il valore soglia individuato, ossia al valore massimo che questa dimensione epidemiologica ha assunto in Italia nei 30 giorni tra il 19 marzo ed il 17 aprile 2020 (32 per 100.000 abitanti)“si legge all’interno del report.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’Italia supera il Perù nel dato sulla mortalità

La curva della mortalità in Italia non scende

Coronavirus
Ivan Romano/Getty Images

I curatori di questo report hanno poi sottolineato come la situazione potrebbe anche peggiorare in occasione delle prossime festività di Natale: “ci approssimiamo alle festività natalizie con una situazione che merita attenzione da parte di tutti, da parte delle istituzioni e dei cittadini. Anche se nella maggior parte delle Regioni il contagio cresce a ritmi inferiori rispetto al mese di novembre, il contagio non si è ‘raffreddato’, soprattutto in alcune Regioni, come il Veneto. La curva della mortalità non scende come ci sarebbe aspettati per via della continua crescita dell’età media dei contagiati e per la mancanza di modelli (e strumenti) omogenei di gestione dei malati Covid a domicilio, nonostante le linee di indirizzo del ministero della Salute“.